31/03/2009
IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

25/11/2008
PREMIO ALL'INNOVAZIONE AMICA DELL'AMBIENTE 2008
Il Comune di Provaglio d'Iseo segnalato per il Progetto "FOTOVOLTAICO FACILE"
14/07/2008
PROVAGLIO D'ISEO PRIMO
Il Comune di Provaglio d'Iseo, con la propria azienda AGS Spa e la Solidarietà Provagliese Cooperativa Sociale Onlus, hanno conseguito questo riconoscimento decretato da Legambiente.

23/01/2008
NUOVI POSTI AUTO A PROVAGLIO D
Il parcheggio, costituito da un’autorimessa interrata privata e da un sovrastante posteggio pubblico a cielo aperto, doterà Fontane di utili aree di sosta.
Archivio

29/12/2008 - PROGETTO DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

L’Amministrazione Comunale, attraverso la Società A.G.S., propone ai cittadini un metodo eco-sostenibile per gestire la frazione organica dei propri rifiuti ad uso e consumo di orti e giardini e con una conseguente riduzione della Tariffa di Igiene Ambientale. 

Nel gennaio del 2007 il Comune di Provaglio d’Iseo ha affidato ad A.G.S. S.p.A. la gestione dei rifiuti solidi urbani del territorio. La locale Società di Servizi, in partnership con la cooperativa Solidarietà Provagliese, ha avviato il servizio di raccolta denominato “Porta a Porta” ottenendo ottimi risultati in breve tempo: a dicembre 2008 la percentuale di differenziazione è pari al 70%, contro il 32% del 2006, quando, cioè, era attivo il servizio di raccolta differenziata con conferimento nei cassonetti.

Tra i valori percentuali di differenziazione risulta elevato quello dell’umido (o “FORSU”, Frazione Organica dei Rifiuti Solidi Urbani) che si attesta intorno al 28%.

In natura questo tipo di scarto organico (costituito da residui di cucina, fondi di caffè, carta, scarti di potatura del verde, ecc.) non rappresenta un rifiuto, bensì una risorsa. L’umido infatti si decompone trasformandosi in una sostanza fertile indispensabile per creare nuova vita vegetale.

Il modo migliore per smaltire i rifiuti organici e trasformarli in una sostanza utile è il processo del compostaggio. Tale processo riproduce la naturale decomposizione della sostanza organica trasformandola incompost”, ovvero un composto organico capace di modificare e migliorare le proprietà e le caratteristiche chimiche, fisiche, biologiche e meccaniche del terreno. Consistente è dunque la valenza ambientale ed economica del compost.

Numerosi sono i vantaggi del compostaggio. Innanzitutto è il modo più corretto per restituire alla natura lo scarto organico prodotto; è inoltre il procedimento più economico, a più basso consumo energetico e di minor impatto ambientale per degradare i rifiuti organici. Attraverso il compostaggio si riduce inevitabilmente la quantità di rifiuti conferiti in discarica o all’inceneritore. Da ultimo, ma non meno importante, la produzione di compost consente la riduzione nei consumi di fertilizzanti chimici contribuendo alla salvaguardia dell’ambiente.

Attualmente l’umido raccolto sul territorio comunale con il sistema “Porta a Porta” viene conferito in appositi impianti di compostaggio autorizzati dalla Regione Lombardia.

Una delle azioni proposte dall’Amministrazione Comunale per migliorare ulteriormente il servizio di raccolta differenziata riguarda la riduzione di quella parte di rifiuti destinata allo smaltimento o al trattamento oneroso. E ciò attraverso il cosiddetto “compostaggio domestico”, una procedura per gestire in proprio la frazione organica dei rifiuti solidi urbani ad uso e consumo dei propri orti o giardini.

L’iniziativa è rivolta a tutti i cittadini residenti. Per aderire è necessario compilare il modulo di adesione “Richiesta di agevolazioni ambientali - utenze domestiche” che potrà essere ritirato presso la sede di A.G.S., in Via Monsignor Daffini n° 12, o scaricato da Internet collegandosi al Sito www.ags-spa.it. La richiesta, che dovrà riportare i dati della persona intestataria della bolletta dei rifiuti, dovrà essere riconsegnata presso gli uffici di A.G.S. o inviata via fax al numero 0309881774, entro e non oltre il 31 gennaio 2009.

Gli utenti che aderiranno all’iniziativa riceveranno, a pagamento, il kit del bio-composter (con una compostiera in plastica, un bidoncino porta-rifiuti ed un acceleratore) e la documentazione informativa necessaria compresa un’utile “Guida alla pratica del compostaggio”.

Potranno partecipare all’iniziativa anche i cittadini già in possesso di compostiera (o concimaia utilizzata come compostiera) e che quindi già praticano il processo di compostaggio domestico. Tale condizione dovrà essere in ogni caso accertata dal personale incaricato.